La Maremma per Borbona

La Maremma per Borbona

Tornano gli appuntamenti con Il Tirreno 140°, il ciclo di incontri che il quotidiano toscano promuove alla Cava di Roselle, per festeggiare i 140 anni dalla sua fondazione. E nella serata del 30 agosto, dal titolo “Terremoto la Maremma non dimentica”, il compleanno del Tirreno sarà un’occasione per esplorare le zone colpite dal terremoto un anno fa. Il 3 e 4 settembre 2016 fu organizzata una maratona solidale denominata “Maremma per Amatrice”: due serate, una alla Cava di Roselle, l’altra al Cassero Senese. Alcuni fra i più blasonati chef della provincia cucinarono piatti all’amatriciana da “vendere” al pubblico, incasso al cento per cento per le zone terremotate. Il risultato fu eccellente: con le due “cene” furono raccolti 11.500 euro, in seguito Conad Grosseto ne raccolse altri 10.000 vendendo 1000 magliette con un accattivante “logo”. I primi 11.500 euro furono subito versati sul conto corrente aperto dal sindaco di Grosseto a nome dell’intera città; gli altri 10.000 il Tirreno andò a consegnarli, a gennaio 2017, direttamente al sindaco di Amatrice.

Il 30 agosto 2017, un anno dopo, Tirreno 140 torna a far sentire la vicinanza dei grossetani con le popolazioni del famigerato “cratere”. Lo fa accogliendo per una sera, alla Cava di Roselle, un intero paese colpito dal sisma: il paese di Borbona, in provincia di Rieti, a due passi da Arquata e Amatrice: unico borgo della zona non distrutto, ma comunque evacuato. A spiegare perché sarà presente la sindaca, Maria Antonietta di Gaspare e l’architetto Edoardo Milesi,che ha dedicato la sessione estiva della sua Scuola Permamente dell’Abitare proprio alla progettazione della rinascita di Borbona. Ospite anche Paolo Bianchini, regista di fama internazionale che ha firmato molte dei più importanti film tv per la Rai degli ultimi 15 anni e che dal 2002 è Ambasciatore dell’Unicef per il suo impegno nei problemi dell’infanzia, in particolare legati alle migrazioni, che adesso sta lavorando su un progetto legato proprio a Borbona.
Il 30 agosto 2017 alla Cava di Roselle il Tirreno spiegherà ai grossetani quale destinazione hanno avuto i fondi raccolti con la mobilitazione dell’anno scorso.

Alla Cava ci sarà anche il Birrificio La Monna, con le sue straordinarie birre artigianali. E ci saranno anche i giovani suonatori di organetto di Borbona, eredi di una tradizione secolare. Il pubblico potrà degustare un bicchiere di birra accompagnato da un piatto dei migliori tortelli maremmani offerti dal maestro pastaio Roberto Delli, versando una somma simbolica, che sarà consegnata alla sindaca.

La serata si concluderà con la musica dell’Orchestra Matterella e con un grande ballo collettivo sul prato della Cava, al suono degli organetti di Borbona affiancati da alcuni conosciutissimi musicisti maremmani in una gioiosa jam session.

Ristorante e cocktail bar aperti dalle 19.30, info e prenotazioni 348 4800409

Strada Chiarini
Roselle - Grosseto
Tel. 0564/458899
Mob. 348/4800409